Tag:avvio impresa

Fondi «Starter» e «Energia»: riaperta la presentazione delle domande

EmiliaLa Regione Emilia-Romagna ha disposto la riapertura dei termini di presentazione delle domande con riferimento ai fondi “Starter” e “Energia”, cofinanziati dal POR FESR e chiusi lo scorso 15 ottobre.

Per entrambi gli strumenti, le domande possono essere presentate entro il 31 gennaio 2018, salvo precedente esaurimento delle risorse.



Finanziamenti agevolati per la nascita di nuove imprese: «Fondo Starter»

EmiliaLa Regione Emilia-Romagna ha riattivato il Fondo di finanza agevolata per il sostegno alle nuove imprese, denominato “Starter”. Il Fondo intende favorire la nascita di nuove imprese e sostenere la crescita delle imprese operanti nei settori individuati dalla “Strategia regionale di specializzazione intelligente” (S3).



Sostegno alle start-up innovative: approvato il bando regionale 2017

EmiliaLa Regione Emilia-Romagna ha approvato il bando 2017 per il sostegno alle start-up innovative, in attuazione alla linea di azione 1.4.1 del POR FESR 2014-2020.

L’opportunità è rivolta alle micro e piccole imprese iscritte nella sezione speciale del Registro imprese dedicata alle start-up innovative; per la tipologia A) le imprese devono essere costituite successivamente al 01/01/2014, mentre per la tipologia B) sono ammesse le imprese costituite successivamente al 01/04/2012.



Finanziamenti a tasso zero per la creazione di impresa: nuovi fondi a disposizione

logo-italiaSono state recentemente rese disponibili nuove risorse a valere sulla misura denominata “Nuove imprese a tasso zero”. La misura, gestita da Invitalia, è rivolta alle micro e piccole imprese di nuova costituzione, promosse da giovani o donne.



Fondo di microcredito per le professioni, il lavoro autonomo e le microimprese

EmiliaE’ operativo dal 15 marzo il nuovo Fondo rotativo regionale per il microcredito dedicato al lavoro autonomo, alle professioni e alle microimprese.

Possono accedere al Fondo i seguenti soggetti:

  • lavoratori autonomi e liberi professionisti, che siano titolari di partita IVA da almeno un anno e da non più di cinque anni, con un fatturato negli ultimi 12 mesi compreso tra 15.000 e 70.000 euro;
  • imprese individuali, società di persone, società a responsabilità limitata semplificata o società cooperative, avviate da almeno un anno e da non più di cinque anni e che dichiarino un fatturato negli ultimi 12 mesi compreso tra 15.000 e 100.000 euro; sono ammissibili tutti i settori di attività economica.



Le agevolazioni nazionali per le start-up

logo-italiaRiportiamo un’interessante tabella tratta dal Sole24ore (06/02/2017) sulle agevolazioni previste a livello nazionale per le start-up.



Industria 4.0: le agevolazioni per le imprese

logo-italiaIl Ministero dello Sviluppo Economico ha realizzato una guida alle agevolazioni previste dal Piano nazionale “Industria 4.0”, che prevede un insieme di misure organiche e complementari in grado di favorire gli investimenti per l’innovazione e la competitività.



Bando Incredibol 2016 per le imprese culturali e creative

La Regione Emilia-Romagna e il Comune di Bologna hanno promosso l’edizione 2016 del bando “Incredibol!“, che intende sostenere lo sviluppo di progetti innovativi in campo culturale e creativo.

Il bando è rivolto ai giovani creativi all’inizio dell’attività, in forma di impresa, liberi professionisti, studi associati o associazioni.



Contributi per la creazione e il consolidamento di start-up innovative

EmiliaLa Regione Emilia-Romagna ha approvato un bando per la concessione di contributi alle piccole imprese iscritte nella sezione speciale del Registro imprese dedicata alle start-up innovative.

Sono ammissibili le spese per l’avvio dell’attività e le spese di consolidamento e sviluppo per le imprese già avviate.



Riaperto il Fondo «StartER» per il finanziamento delle nuove imprese

EmiliaLa Regione Emilia-Romagna ha riaperto i termini per accedere ai finanziamenti previsti dal Fondo “StartER”il Fondo sostiene i progetti di investimento delle piccole e medie imprese di recente costituzione, per interventi relativi a beni mobili (macchinari, brevetti, consulenze, spese del personale coinvolto nel progetto) e immobili (incluso l’acquisto di terreni).