Voucher per l’internazionalizzazione delle imprese

logo-italiaIl Ministero dello Sviluppo Economico ha definito le modalità operative e i termini per la richiesta e la concessione dei “Voucher per l’internazionalizzazione”, finalizzati a sostenere le piccole e medie imprese e le reti di imprese nella loro strategia di accesso e consolidamento nei mercati internazionali.

Possono presentate domanda le piccole e medie imprese (anche associate con contratto di rete) operanti in qualsiasi settore, ad eccezione dell’agricoltura, della pesca e del settore del carbone. Le imprese devono aver conseguito un importo dei ricavi delle vendite e delle prestazioni pari almeno a 500.000 euro, con riferimento all’ultimo esercizio contabile chiuso; il possesso di tale requisito non è richiesto per le start-up innovative.

Sono ammissibili le spese relative ai servizi di affiancamento all’internazionalizzazione erogati, per effetto della sottoscrizione di un contratto di servizio, da una delle società di Temporary Export Manager iscritte nell’apposito elenco ministeriale. I servizi di supporto all’internazionalizzazione d’impresa oggetto del contratto di servizio devono essere forniti attraverso la messa a disposizione di un Temporary Export Manager (TEM).

Il contratto con la società di TEM deve fare riferimento a uno o più dei seguenti ambiti:

  1. analisi e ricerche di mercato;
  2. affiancamento consulenziale nell’individuazione di potenziali partner industriali e/o commerciali e nella identificazione/acquisizione di nuovi clienti;
  3. assistenza legale, organizzativa, contrattuale e fiscale;
  4. sviluppo competenze.

Il contributo, a fondo perduto e in regime “de minimis”, è concesso nelle seguenti misure:

 

  • contributi “voucher early stage”, di importo pari a 10.000,00 euro, a fronte di un contratto di servizio con la società di TEM di importo almeno pari a 13.000,00 euro (al netto dell’IVA);
  • contributi “voucher advanced stage”, di importo pari a 15.000,00 euro, a fronte di un contratto di servizio con la società di TEM di importo almeno pari a 25.000,00 euro (al netto dell’IVA). Per questa tipologia è prevista la possibilità di richiedere un contributo aggiuntivo di importo pari a 15.000 euro, nel caso in cui il progetto di internazionalizzazione (da realizzare con il concorso del TEM) sia in grado di produrre ricadute positive sui volumi di vendita all’estero.

L’invio della domanda può essere effettuato a partire dal 28 novembre e fino al 1° dicembre 2017, fatta salva la possibilità di chiusura anticipata per esaurimento delle risorse.

Le società di Temporary Export Manager possono presentare domanda per l’inserimento nell’elenco ministeriale a partire dal 16 ottobre e fino al 31 ottobre 2017.

Per maggiori informazioni si può consultare il sito del Ministero dello Sviluppo Economico.

 

 


Per la presentazione della domanda e la gestione della pratica si può fare riferimento a
Equity Agevolazioni

Informazioni